Stato d’emergenza subito.

Il Vesuvio continua a bruciare
nonostante un’intenso spiegamento di uomini e mezzi di soccorso.
Dall’alba le fiamme alimentate dal vento hanno ripreso vigore nell’area di Torre del Greco e sul versante opposto, a San Giuseppe vesuviano.

Oltre la zona del vesuviano, numerosi i roghi sparsi per la provincia.
Ritardataria la macchina dei soccorsi, che aveva ormai considerata conclusa l’emergenza.

Sempre più cittadini si sentono abbandonati in questa situazione catastrofica che mette a repentaglio la loro incolumità.

È ormai trascorsa una settimana dal presentarsi dei primi focolai:
È il momento per la Regione Campania di attivare le pratiche per la richiesta dello stato di emergenza e per gli amministratori comunali e i dirigenti degli enti preposti di lavorare in sinergia.

Il Vesuvio ed il Monte Somma meritano rispetto, la nostra terra merita rispetto, i suoi abitanti meritano rispetto: non è possibile restare indifferenti.

Ci attiveremo sin da subito per essere ponte di collegamento tra i vari enti e convogliare le varie forze in un’unica direzione.

Non c’è più un minuto da sprecare, in questo momento l’ennesimo ettaro della nostra terra continua a bruciare.

 

Segreteria Metropolitana Giovani Democratici di Napoli

You may also like...