Una generazione in fuga

L’istantanea scattata dal rapporto Svimez di ieri evidenzia un dato inconfutabile, incontrovertibile: i giovani scappano dal sud, ed in Campania il saldo migratorio è più alto rispetto a tutte le altre regioni meridionali. Su 653mila unità che lasciano il Mezzogiorno, 478mila sono giovani e 133mila sono laureati. Quindi, anche il fenomeno dei cervelli in fuga pare ormai superato. Con o senza scolarizzazione i giovani meridionali tra i 15 e 34 anni preferiscono lasciare la loro patria in cerca di altro. Mentre, per chi rimane, il rischio di finire in povertà è tre volte maggiore della media nazionale. 

La politica ha il compito e la responsabilità di arginare questo gap che risulta intollerabile, che mostra quanto le nostre terre perdano di attrattività e competenze, soprattutto giovani, che potrebbero essere considerate preziose risorse per alimentare la crescita dei territori. Riteniamo che la nostra organizzazione possa rappresentare le istanze dei tanti nostri coetanei che restano o che vorrebbero lasciare la propria regione e giovare, con proposte concrete, il processo che la politica tutta “dovrà attuare affinché il meridione diventi il volano di sviluppo per l’intero paese”.

Pasquale Incarnato

Responsabile Lavoro GD Napoli

You may also like...